Finito il campionato di Serie A e con Euro2020 in corso, i club cercano di rinforzare il proprio organico in vista della prossima stagione. Tra le tante squadre sotto la lente di ingrandimento c’è la Juventus. Il club bianconero è reduce da una stagione altalenante sotto la guida di Andrea Pirlo. Ora, con il cambio di guardia che ha visto il ritorno di Allegri, la Vecchia Signora cerca riscatto nella sessione di calciomercato. Sono tanti fatti i nomi dal tecnico livornese per cercare di rendere nuovamente i bianconeri competitivi. Con Cristiano Ronaldo che scioglierà le riserve dopo l’europeo itinerante, per rinforzare il parco attaccanti è spuntato fuori il nome di Leonardo Pavoletti.

Pavoletti, classe 1988, livornese come l’attuale tecnico bianconeri Allegri. Il giocatore è di proprietà del Cagliari. Centravanti alto e forte fisicamente, dotato di una buona elevazione, Leonardo è un classico attaccante d’area di rigore, capace di giocare spalle alla porta. Buon finalizzatore e ottimo colpitore di testa, è abile soprattutto negli ultimi 11 metri, nelle sponde e nel gioco aereo. Per questo motivo piace a moltissimi club di Serie A, venendo considerato un ottimo rinforzo.

L’attaccante è un prezzo pregiato della bottega Cagliari. Il 30 agosto 2017 i Sardi lo prendono in prestito con obbligo di riscatto per 10 milioni di euro, divenendo l’acquisto più oneroso nella storia del club rossoblù. Nel corso di questi anni, Pavoletti non ha deluso le aspettative dei tifosi, nonostante nella partita della prima giornata della stagione 2020, contro il Brescia, si lesiona legamento crociato e menisco ed è costretto ad un lungo periodo di recupero. Il recupero aumenterà ulteriormente in quanto il 10 febbraio 2020 viene comunicata una nuova lesione in fase di riabilitazione allo stesso legamento infortunato avvenuto a causa di una scivolata accidentale dopo una cena con la squadra. Con la maglia del Cagliari ha giocato 110 partite condite da 33 reti.

Le ottime prestazioni e le reti segnate in carriera gli hanno permesso questa estate di essere accostato alla Juventus. Il giocatore piace a Max Allegri, alla ricerca di una quarta punta, ma come riportato anche dalla Gazzetta dello Sport, la trattativa con i bianconeri si è raffreddata a causa dell’età anagrafica del giocatore, 33 anni. Lo stesso discorso è stato fatto anche per Llorente e Milik, con il primo che già in passato ha vestito la maglia dei bianconeri. Resta in piedi la pista che porta a Edin Dzeko, da tempo seguito dalla dirigenza torinese, e quello di Andrea Petagna. Secondo quanto riportato da “La Gazzetta dello Sport“, Allegri avrebbe fatto il nome dell’attaccante ex Spezia. Centravanti classe 1994 del Napoli, è già abituato al ruolo di “riserva” nel club partenopeo. Resta da capire se il Napoli vorrà privarsi del giocatore nella sessione estiva di calciomercato. Con la squadra di De Laurentiis in 36 gare ha segnato 5 reti.

Con la trattativa per Pavoletti che si è raffreddata, Cagliari e Juventus si trovano a sfidarsi per Salvatore Sirigu. Attualmente impegnato con la Nazionale a Euro2020, il futuro del portiere sembra ancora incerto per la prossima stagione. La permanenza al Torino è sempre più instabile. L’estremo difensore, come riportato da TuttoSport, sarebbe sempre più vicino all’addio. La decisione in merito al futuro del portiere sardo, dunque, potrebbe oscillare tra Juventus, con il ruolo di vice Szczesny e Cagliari, nel caso in cui dovessero presentarsi delle plusvalenze con la cessione di Alessio Cragno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.