I mobili cinesi sono perfetti se ami vivere in un ambiente in stile etnico, che racconti di viaggi e culture lontane e quindi con un’identità ben precisa. 

È sufficiente anche un singolo pezzo dai colori sgargianti e dai più svariati motivi geometrici per ravvivare una stanza e darle carattere. Pensa al tocco di stile e di raffinatezza che potrebbe dare alla tua casa un tipico mobile cinese verde, forse come una credenza o una cassettiera. O alla vivacità e alla sofisticatezza di un mobile rosso, sicuramente elemento di spicco in un ambiente dallo stile moderno. 

Molti non sanno che, sia che il mobile sia intagliato o laccato, ha sicuramente un valore e prestigio maggiore rispetto a quello che forse si possa pensare. Ma quali sono che caratteristiche che rendono così prezioso l’arredamento cinese e quali le caratteristiche che lo contraddistinguono?

Mobili cinesi antichi

Acquistando un mobile cinese antico potresti toccare un vero e proprio pezzo di storia. Infatti, sono state proprio le dinastie Ming e Ching a dare vita a pezzi d’arredo unici, frutto dell’artigianato e del legno locale. Il materiale principalmente utilizzato è il legno di olmo. Spesso è essenziale e più semplice quando si ispira alla dinastia Ming e più decorato e intarsiato quando si tratta della dinastia Ching. 

In entrambi i casi, il risultato è meraviglioso e la scelta può ricadere su uno stile o sull’altro solo a seconda del tuo gusto personale. Certo, non è difficile immaginare il valore di questi pezzi d’arredo. Quelli più pregiati sono senza ombra di dubbio i mobili in legno zamu. È una tipologia di legno più leggero e dal costo particolarmente elevato, tanto più se il mobile è antico. Leggermente più economico ma non meno apprezzato dagli intenditori del settore, i mobili cinesi antichi in legno yingmu, più duro e compatto, dalle numerose venature.

Mobili cinesi laccati antichi

I mobili cinesi laccati antichi hanno una tradizione di lunga data ma coniugano allo stesso tempo il gusto per uno stile più moderno. Pezzi d’arredo come credenze, comò, tavoli, cassapanche, scrittoi, bauli e altri mobili venivano creati artigianalmente. Successivamente un esperto pittore li decorava a mano, rendendo speciale ogni pezzo. L’unicità sta anche nel fatto che il passare del tempo accresce non solo il loro valore ma anche la loro bellezza e raffinatezza. Per quanto riguarda la laccatura, l’Oriente ne è sicuramente la patria. Infatti, anticamente, artigiani esperti abitualmente decoravano elementi di arredo e altri oggetti tramite delle resine di vari colori. Quelli tipici dei mobili made in China sono il rosso acceso, il verde ma anche il bianco e il nero. In particolare, i mobili cinesi laccati neri, di olmo, sono molto apprezzati dagli intenditori. Spesso spiccano sul nero delle perfette e leggibili scene di vita dei secoli passati dai colori molto vivaci, permettendo all’osservatore di riviverne la storia.

In conclusione, possiamo dire che molte tecniche di decorazione e di stili di arredamento si sono susseguiti nel corso dei secoli, per lasciare spazio a nuove tendenze più moderne. Non possiamo includere tra questi le componenti d’arredo cinese che hanno mantenuto il loro fascino e visto crescere il loro valore, destinato ancora ad aumentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.